Sono stato lupetto, scout e rover. Ho svolto servizio come capo scout per 17 anni nel Ge54° e Ge45° ricoprendo successivamente i ruoli di Akela, Caporeparto, capoclan, animatore di Comunità Capi, Corresponsabile di zona E/G, responsabile organizzativo regionale, membro del Consiglio Generale Agesci.

Ho avuto il privilegio di fare il corso per il recupero, la riabilitazione ed il reinserimento di giovani con forme di dipendenza con Bianca Costa al CEIS e di fare esperienze di servizio con giovani tossicodipendenti.

Sono stato aiuto procuratore missionario dei frati francescani per le procure di Centrafrica e Perù con Padre Giampiero. Abbiamo realizzato microimprese a favore delle comunità di questi due paesi. Uno di questi progetti ha innovato la gestione degli aiuti. Abbiamo studiato e realizzato l’invio di messaggi email veicolati su onde corte a bassa frequenza. Grazie alla curvatura terrestre la comunicazione era possibile tra Sestri e l’Africa in determinate ore del giorno. La possibilità di comunicare ha consentito di realizzare invii di aiuti mirati e meno frequenti, risparmiando così sul numero delle spedizioni e quindi di molto denaro.

Ho contribuito a realizzare numerosi progetti in Mozambico per l’amico Padre Claudio Crimi, un padre Comboniano davvero speciale. Grazie a lui abbiamo svolto numerose micro realizzazioni che hanno portato mezzi e competenze per la pesca sul lago e la conservazione del pesce.

Ho fondato e sono socio di una cooperativa che opera a favore dei disabili sensoriali, ciechi, sordi, ipoudenti ed ipovedenti. La missione della coop è quella di realizzare soluzioni per una accessibilità per tutti sfruttando al massimo le tecnologie innovative e la lingua dei segni nazionale ed internazionale.

Ho fondato a Roma la Cooperativa Icaro per il trasporto di persone disabili con mezzi adattati al trasporto di disabili in carrozzina.